archivio report 2001-2005

5.11.2005 KINGSTON, JAMAICA
La capitale del reggae tra disperazione e speranza

"Tear- Gassed !" urlava a tutte colonne il titolo di prima pagina del Gleaner, principale organo di informazione giamaicano lo scorso martedi.
Sotto al titolo la foto di Desmond McKenzie, il sindaco di Kingston collassato dopo il nutrito lancio di lacrimogeni che ha interrotto la marcia dei sindaci inferociti per la estrema scarsezza di fondi destinati al ripristino delle strade delle varie regioni, assolutamente impercorribili dopo una stagione che ha visto turbinare sul Caribe ben 24 uragani. I sindaci erano targati Jamaican Labour Party, il partito di opposizione al governo in mano al People National Party ormai da tre legislature, e la loro protesta era indirizzata direttamente al Primo Ministro....segue...

 

12.11.2005 RAMBO ALLA SBARRA

Ormai sono in molti a conoscere il nome del Superintendent Reneto Adams, sopannominato Rambo, capo della Crime Management Unit, squadra speciale della polizia sciolta da qualche mese a causa delle molteplici azioni condotte in modo cosi controverso che perfino i vertici della polizia le hanno ritenute indifendibili. Otre 45 morti lasciati sul campo dopo le loro incursioni in ghetti, case private e strade della Kingston povera e abbandonata. Lo scorso anno Mr Adams è riuscito a scampare al processo di Braeton che vedeva 66 poliziotti coinvolti in un assalto ad una casetta in cui sono stati trovati morti 6 ragazzini...segue...

30.10.2005 ...FIRE BURN....

Tante candele accese domenica scorsa in Barnes Street.... All' angolo di Maxfield Av., proprio vicino allo yard di Boogle, il creatore dei piu' bei passi di ballo giamaicani, morto malamente ammazzato da chi non si sa, anche se continuano a circolare voci che vedono Beenie Man coinvolto in questa storia di quotidiana violenza.
Una veglia silenziosa di fronte ai miseri resti di una casa completamente bruciata. Li dentro sono morte 4 persone e tra loro c'era Sasha Kaye, anni 10, grassottella e allegra, brava a scuola e cosi ambiziosa da sperare in una borsa di studio. I gun men hanno aperto il fuoco sulla casa e l'hanno incendiata Le grida strazianti di chi bruciava sono state udite dai vicini che hanno chiamato i pompieri e cercato di portare aiuto...segue...

 

15.06.2005 CON IL REGGAE NEL CUORE

Kingston, Giamaica, 1 maggio 2005. Si chiudono in bellezza i festeggiamenti per il carnevale. Sul modello brasiliano, il carnevale giamaicano è poderoso, con sfilate, carri allegorici, stupende ragazze sexy vestite di poco e balli di strada, fino alla festa finale nel grande comprensorio del Mass Camp dove si esibiscono i nomi di punta del nuovo reggae e, soprattutto, della dancehall. Collegamento in diretta con le reti tv nazionali e, visto che è domenica, un numero inverosimile di bambini che partecipano all' eccitazione generale. Nel bel mezzo del concerto partono un paio di parolacce dal palco. Lo sconcerto non è troppo accentuato perché tutti sanno che gli artisti della dance sono verbalmente incontenibili. Ma Vybz Kartel, stella del momento, fa di più, lancia il fatidico grido «Battyboys affided», morte ai gay, con un appellativo che più dispregiativo non si può, e Beenie Man, il re della dancehall, lo imita, dando il la a una pirotecnica serie di insulti all'indirizzo degli omosessuali...segue...

 

04.02.2005 PROVIAMO A RAGIONARE INSIEME

Dopo aver scritto il pezzo su a Buju Banton e l'episodio che lo vede co-protagonista, ho ricevuto un mare di messaggi e tante richieste di saperne di più. In realta, dopo alcune puntualizzazioni, stavolta vorrei dire la mia.

Che la storia relativa a Buju sia vera è putroppo indubbio. I testimoni sono sei, vale a dire sono tutti gli occupanti della casa. Credo che lo scandalo maggiore consista nel fatto che dal 24 giugno la polizia, piu' volte sollecitata a consegnare a Banton il mandato di comparizione, sostenga che lo farebbero volentieri ma non riescono a trovarlo.
La nota positiva è che la visita dall' oftalmologo ha rivelato che i nervi nella cervice sono ancora vivi percio' si potrebbe provare un intervento .Lo faremo...segue.....

 

01.02.2005 VERGOGNA SU BUJU

Brian, ha 40 anni, piccolo di statura e assai timido. Un nome inventato per celare la sua vera identità perchè sta rischiando la vita ed è sotto un programma di protezione.
Brian viveva in una casa a Stony Hill, Kingston, e la mattina del 24 giugno era in casa con un amico, gay come lui, e 4 lavoranti della sua piccola azienda di giardinaggio.
Aspettavano l'arrivo del camion che li portasse al lavoro. Alle dieci di mattina 13 persone, tutte rastafarian, si presentavano sulla veranda, chiusa con la griglia ed il lucchetto. Gridavano "Battyman come out of your yard, we are going to kill you today"..segue.....

 

COM 'E' DIFFICILE SCHIERARSI RISPETTO A JAH CURE

Che Jah Cure sia una delle voci piu' belle e piu' intriganti della nuova scena reggae, è cosa acclarata e l'amore che tanti gli dimostrano al di fuori della Giamaica è dovuto dal fascino di una voce con venature malinconiche e dai testi coinvolgenti che l'artista propone .

Ma Jah Cure è rinchiuso nel carcere di Spanish Town con una pesante condanna per violenza carnale. In Giamaica si discute parecchio sulle sue sorti e ovviamente ci sono due schieramenti, quello colpevolista e quello innocentista. Sullo Star è comparsa una sua intervista mentre a Breakfast CLub, uno dei talk shows piu' seguiti e prestigiosi di Hot 102 c'è stata una lunga e sconvolgente intervista con la ragazza che lo accusa...segue...

 

MORIRE PER IMPICCAGIONE

Sono in pochi, anche tra i reggae lovers, a sapere che in Giamaica è in vigore la pena di morte per impicccagione.
Nel carcere di St. Catherine, a Spanish Town, si trova il braccio della morte in cui sono attualmente rinchiusi 50 prigionieri. Il carcere è una vera polveriera. Progettato per 600 prigionieri , ne contiene oltre 1200 e le condizioni di vita sono terribili...segue...

 

BATTIBOYS A FI DEAD

I “battyboys” in patois sono gli omosessuali, una sorta di vittima designata della cultura tutta al maschile che domina in Giamaica, nella musica e nella società. L’ omosessualità è fuori legge nell' isola del “one love” e se due adulti consenzienti vengono sorpresi “in azione”, si prospetta per loro il processo e una multa salata, senza tenere conto dello scherno e del disprezzo che polizia, giudice, avvocati, mostreranno per loro. ..segue...

 

LE GESTA DI UN SUPERMAN DA STRAPAZZO

Per combattere la violenza dei ghetti giamaicani, invece di provare a offrire lavoro e educazione, il governo ha scelto di armare la polizia per arginare rivolte e contestazioni.
E' stato creato un corpo speciale, il CMU, Crime Managment Unit, un vero e proprio squadrone della morte capitanato dal Superintendent Reneto Adams. Due settimane fa il Ministro delle Sicurezza ha sciolto la squadra e spedito a casa Mr Adams. Peccato che per arrivare a tale saggia decisione ci siano voluti ben 40 morti ammazzati nell'arco di 36 mesi.
Mr Adams è molto famoso in Giamaica e le sue gesta fanno sognare i ragazzini che lo chiamano Rambo.....segue....

 

27.07.2001

SONO STATA A KINGSTON GIOVEDI' E LA SITUAZIONE E' TESISSIMA

I disordini di due settimane fa hanno lasciato 27 morti per strada. Nessuno di loro era coinvolto in traffico di armi ,di droga o altre attività illegali. Si è impedito per quattro giorni di rimuovere i corpi che sono stati morsi da cani e topi. I funerali sono stai ieri, domenica, in un clima di emozione e dolore generale. La polizia ha sparato dalla stazione di polizia di Tivoli Gardens sulla gente inerme che scappava. Tutti morti. In più sono stati fermati 200 dimostranti e molti di loro sono stati picchiati, torturati e trattenuti illegalmente per giorni senza la possibilità di comunicare con nessuno. Ieri finalmente sono stati trovati gli ultimi 14 imboscati in una stazione di periferia e sono tutti andati in ospedale per ferite e ustioni.

Abbiamo fatto una mega riunione giovedì pomeriggio con tutte le nostre sigle più le comunità di quartiere dei ghetti e sono venuti moltissimi da Tivoli, Trenchtown, Jungle, Reema, August Town, Downtown, ecc. Si è deciso di chiedere in incontro pubblico tra i due leader e di pretendere di essere presenti con le nostre richieste.

Si chiede uno stop alla violenza, un patto pre-elettorale per evitare altri episodi simili, il controllo democratico dei corpi di polizia, soprattutto quello speciale, la sospensione dal servizio di Reneto Adams, il sovrintendente di polizia che ha condotto la spedizione di Braeton e anche quella di Tivoli, l'istituzione di un servizio di civil defendant che controlli la legalità delle azioni portate a compimento nei singoli quartieri, la possibilità per una delegazione di essere presente agli incontri su ordine pubblico e gestione delle aree depresse, l'istituzione di un fondo per i quartieri più poveri affinché si garantiscano almeno i servizi essenziali, tipo fogne, luce e acqua.

Si richiede inoltre la ricerca di posti di lavoro anche a termine per la gente dell'inner city con una sorta di collocamento a punteggio che eviti assunzioni mafiose e irregolari. Erano presenti circa 300 persone. La prossima riunione è giovedì prossimo.....

Maria Carla Gullotta